Comitato pro Chiesa Sant Antonio - Dro


Progetto memoria 2.0

Per ricordare i profughi di Dro, Ceniga, Drena e Pietramurata a Braunau nel 1915

PROGETTO MEMORIA 2.0 del Comitato Pro Chiesa S. Antonio di Dro

in collaborazione con le parrocchie di Dro, Drena e Ceniga, Associazione Orainsieme e Mnemoteca del Basso Sarca con il sostegno del Comune di Dro



Dro - “La devozione di una Comunità” così è intitolato il primo “progetto memoria” del Comitato Pro Chiesa S. Antonio di Dro, nel quale si è voluto realizzare un docufilm dove sono state raccolte delle bellissime testimonianze di diversi volontari, e soprattutto si è raccolto l’esperienza ed i ricordi degli ex presidenti, fra i quali spiccava il decano Faustino Favaro, brillante e straordinario testimone dell’attività del comitato quasi nella sua interezza. Il docufilm, realizzato da Cristiano Pedrini e Nino Matteotti, non manca di raccontare i fatti e il lavoro del comitato, ma riesce nel suo scopo, strappando un sorriso sincero allo spettatore, scherzando con i testimoni, riuscendo a dare il senso di comunità a persone che condividono, con serietà, progetti ed impegni ma sapendo unire alla serietà e alla professionalità gioia e desiderio di divertirsi e divertire. 


PROGETTO MEMORIA 2.0 - Nel 2018 ricorrono i cento anni dalla conclusione del primo conflitto mondiale ed è per questo che il Comitato pro Chiesa S. Antonio vuole commemorare adeguatamente i “droati - cenigotti - drenoti e premuradi” che, dal 1915 al 1919, furono costretti a lasciare i loro paesi per vivere, come profughi, nei vari paesi dell’ Impero Austro-Ungarico.



 

SECONDO APPUNTAMENTO (verso l'otto marzo - mese dedicato alla donna)
Dro - Teatro Parrocchiale - Mercoledì 7 marzo 2018 - ore 20.45

ATTENTI ALLE AUSTRIACHE!

Storia di Oliva e Fannj internate in Italia spettacolo storico-teatrale di e con Maria Giuliana d’Amore


In occasione della commemorazione del Centenario della Prima Guerra mondiale 1915-1918

Si narrano le vite parallele di Oliva Cristoforetti e di Fannj Trentinaglia, due ragazze dell’attuale provincia trentina che furono costrette ad abbandonare casa e famiglia per essere internate nel Regno d’Italia. Un’opera unica e dal valore tanto documentario quanto artistico.

INGRESSO GRATUITO - Prenotazione posti numerati: Rosa Tavernini 333 8353186

"IL RICORDO" visita a Braunau. I partecipanti al viaggio del "Progetto Memoria 2.0" tutti uniti da una grande emozione, il ricordare i propri cari che hanno vissuto nella "Città di legno di Braunau" 1915-1918

La visita/pellegrinaggio della memoria nel centenario
della Prima guerra mondiale 1915-1918.

Sabato 27 aprile 2019 - Cimitero dei profughi trentini nella "Città di Legno" di Braunau. Momento di preghiera per ricordare il sacrificio e i patimenti delle nostre Comunità. Lettura dei nomi dei

profughi (Dro-Ceniga-Drena-Pietramurata) defunti nella “Città di Legno” e scopertura della targa commemorativa “Droati, Cenigoti, Drenoti e Premuradi - Profughi a Braunau” da parte del presidente

del comitato Pro Chiesa S. Antonio Sebastiano Matteotti, del sindaco del Comune di Dro Vittorio Fravezzi, dell’assessora alla cultura del Comune di Dro Marina Malacarne e

del sindaco di Braunau am Inn Johannes Waidbacher.

 

Venerdì 26 aprile 2019, Braunau, presentazione del libro DONNA LUIGIA - PROFUGA E PARTIGIANA di Corrado Leoni

che ringraziamo per essere stato un "testimone" nel viaggio del Ricordo.

Sabato 27 aprile 2019, Chiesa parrocchiale di S. Stefano - Braunau, il momento ufficiale dopo la Santa Messa celebrata in ricordo dei tanti caduti civili ed in armi

e per chiedere il dono della Pace, è stato molto significativo e ha instaurato una nuova amicizia che rimanda ai più alti valori di un’Europa. Significativo il dono di un albero che

l’amministrazione austriaca ha voluto fare a quella droata, segno di amicizia e speranza.

 
I luoghi simbolo della "Città di legno" a Braunau (Austria): Uno dei portali d'ingresso, la targa che ricorda la piazza principale del campo (ora Trentinerplatz), il cimitero con la nostra targa a ricordo e altri pannelli descrittivi e l'unico edificio rimasto, la macelleria (ora pizzeria da Michele)

Sabato 4 maggio 2019 in Municipio di Asiago, Sebastiano ha ricevuto dal Vice Console Onorario Mario Eichta, ideatore e organizzatore da 28 anni degli Incontri italoaustriaci della Pace a ricordo dei caduti e delle vittime civili della Grande Guerra, l’Onorificenza al Merito degli Incontri italoaustriaci della Pace.

La motivazione specifica sta nell’interesse dimostrato dal presidente Sebastiano Matteotti per aver creato il “Progetto Memoria 2.0” che ha inteso ricordare tutti i “Droati, Cenigoti, Drenoti e Premuradi - Profughi a Braunau, 1915-1918”, da ultimo la visita Braunau in memoria dei Profughi nella “Città di Legno”.

Alla cerimonia della consegna delle onorificenze hanno partecipato una delegazione del Comitato Pro Chiesa S. Antonio e la presidente del Consiglio Comunale di Dro Ginetta Santoni, la quale ha portato il saluto e la partecipazione dell’amministrazione droata.

“L’onorificenza che abbiamo l’onore di aver ricevuto è una grandissima soddisfazione per tutto il direttivo, lo staff tecnico del Comitato pro Chiesa S. Antonio che in questi due anni si è speso per il “Ricordo” delle nostre Comunità”.

Un grande GRAZIE per il successo dello splendido spettacolo di ieri sera (domenica 12 maggio 2019), un "distillato" di emozioni uniche,

a tutti i giovani attori guidati da Silvia Salvaterra e Claudio Quinzani con la consulenza storico-biografica di Mariarosa Rizzonelli.

Spettacolo teatrale reso possibile grazie alla FILODRAMMATICA CEDRO con i quali è nato un straordinario lavoro per il "Progetto Memoria 2.0"

Per contatti
Sebastiano Matteotti - Presidente Comitato Pro Chiesa S. Antonio Dro

 

 

 

 

 

 

 

| Comitato pro Chiesa Sant Antonio Dro | 38074 DRO (Trento) | Italy | Codice fiscale e Partita IVA 01453040220 | info@santantoniodro.it | Privacy |

 

statistiche accessi